Valid HTML 4.0

Valid CSS 1.0
Maestro

 

 CONSIGLI SULLA SCELTA DEL MAESTRO

 

 

Il Karate-Do interagisce con il vero praticante legandolo per tutta la vita; la passione spinge costui a formarsi e aggiornarsi continuamente fino a diventare Maestro.

La formazione è progressiva e continua verso la conoscenza dell'essere umano dove la ricerca di materie scientifiche come: Anatomia, Fisiologia, Psicologia, Pedagogia ecc. si rendono indispensabili. Tutto ciò "certificato da una laurea scientifica"

 

Un Maestro con la M maiuscola dovrebbe essere una figura particolarmente preparata; oltre all’esperienza pluriennale pratica (certificata da scuole internazionali), dovrebbe avere una conoscenza basata sullo studio per poter interagire con figure di vario genere e con esigenze diverse come i bambini e i diversamente abili.

 

Se ci tenete davvero a vostro figlio,  pretendete il curriculum dettagliato (dotato di anno e scuola in cui vi è un passaggio di esperienza), è uno strumento con il quale bisognerebbe soffermarsi per valutarne le competenze di cui sopra.

 

Un operatore con referenze relative o referenze esclusivamente di carattere tecnico, recepisce falsi feedback sullo stato di avanzamento del praticante.

 

Inoltre, gli input tecnici diventano utili solo nel momento in cui gli anni di allenamento e la provenienza dei riconoscimenti garantiscono competenze di indubbia qualità; le esperienze del percorso formativo devono avere caratteristiche sia nazionali che internazionali,  nelle quali il confronto diventa l'ingrediente principale dove il carattere tecnico non è a senso unico, come esperienze acquisite da organizzazioni che operano esclusivamente nello sport agonistico oppure peggio ancora come associazioni (nazionali o internazionali, facenti capo ad una sola persona dove  i gradi e i titoli vengono gestiti a porte chiuse dichiarandosi poi pluri graduati/titolati. E per dare ulteriore risalto, si organizzano anche campionati Italiani-europei-mondiali elargendo medaglie e titoli sempre nello stesso brodo.

 

Molti "Maestri" danno input scientifici senza sapere e senza averne i titoli. Si è falsi e irresponsabili, giocando con la salute delle persone creandogli danni a volte anche gravi o irreversibili (pretendete il curriculum).

 

Non ci si può affidare ad un personaggio (Maestro), di cui non si conoscono le caratteristiche citate pocanzi; tantomeno affidare un bambino, una persona con patologie o un diversamente abile con i quali necessitano conoscenze profonde e certificate.

 

Per esempio, un bambino o una persona diversamente abile deve avere una guida che conosce le problematiche fisiche e psicologiche del soggetto, portandolo ad un progresso già nell'immediato (cosa questa che rappresenta un Valore importantissimo), in quanto non si tratta più di gratificazione (dall'esterno), bensì di auto-gratificazione (proveniente dallo stesso soggetto) con conseguente aumento dell'autostima, forse il più grande e importante fattore motivazionale.

 

Se il Maestro non ha una preparazione scientifica, oltre a non capire fin dove può evolvere il bambino, il diversamente abile o il soggetto che ha una patologia, potrebbe stravolgere il loro equilibrio psicofisico.

 

L'unica alternativa sarebbe quella di informarsi se la persona a cui ci siamo affidati ha un collaboratore scientifico che interviene nel momento in cui il "Maestro" impartisce dei comandi non consoni.

 

Webmaster Luigi ^ Torna a inizio pagina